Incontro alla WASS: dalla drammaticità della guerra combattuta alla complessità della pace sorvegliata

La campagna elettorale in corso è stata l’occasione per incontrare l’A.D. di WASS Dr. Renzo Lunardi e fare con lui il punto sulla situazione della realtà aziendale.
WASS è, infatti, un’azienda storica della nostra città ed oggi anche una realtà di punta del gruppo Finmeccanica.
Specializzata nella produzione di siluri ha negli anni sviluppato ricerca e innovazione tecnologica applicata ai sistemi d’arma fino a diventare leader mondiale indiscusso del settore.
Nel corso dell’incontro sono stati approfonditi gli aspetti legati alle possibili applicazioni che il settore della difesa offre nel campo dell’industria civile, come ad esempio la sonda operativa (vedi foto del modello in scala 1 a 3) in grado di raggiungere le profondità di oltre 2000 metri s.l.m.
Naturalmente il pensiero è andato ai bidoni dispersi dall’Euro Cargo Venezia della compagnia di navigazione Grimaldi a largo dell’Isola di Gorgona e al recente impegno del Ministero dell’Ambiente di monitorarne le acque nelle zone circostanti per almeno tre anni.
La possibilità di rendere operativa la sonda con apposite applicazioni potrebbe inoltre garantire anche il recupero di eventuali e auspicabili bersagli che fossero rinvenuti.
WASS è un azienda che non ha risentito della crisi e che ha perfino una certa sicurezza nel portafoglio ordini e se questo può rappresentare un elemento non positivo dal punto di vista della crescita delle spese in armamenti dall’altro ci induce a capire come l’applicazione della ricerca e dell’innovazione usata per tali scopi può conoscere applicazioni in campo civile di straordinaria utilità.