Livorno, Azimut Benetti eccellenza #made in Italy. Ora avanti con i bacini per le riparazioni/manutenzioni e porto turistico.

Dopo l’iniziativa della Lista Monti a cui, per evidenti ragioni di stile e protocollo, non siamo potuti essere presenti, abbiamo chiesto e ottenuto la possibilità di visitare questa straordinaria realtà industriale e produttiva della città.
L’incontro con le rappresentanze sindacali e con i vertici aziendali di Azimut Benetti ci ha fatto apprezzare la qualità delle lavorazioni e la garanzia del portafoglio ordini in corso e per i prossimi anni che costituisce in questo momento di certo il miglior biglietto di presentazione.
Con loro abbiamo registrato le significative evoluzioni riguardo l’imminente gara per l’affidamento della gestione dei bacini di riparazione e manutenzione che rappresenterà un tassello significativo per la realizzazione di una completa filiera sulla nautica nel nostro porto.
Infine è stata discussa la necessità condivisa di realizzare il porto turistico nell’area del porto mediceo come le previsioni indicano da tempo e su cui occorre superare i ritardi e le inerzie ingiustificate e ingiustificabili.
Livorno e Azimut Benetti possono crescere ulteriormente insieme integrando ancora di più questa realtà di eccellenza del made in Italy nel tessuto produttivo cittadino e aprendo un ulteriore segmento di mercato per i mega yacht oltre i cento metri come l’ultima commessa lascerebbe sperare.
Insomma nautica e crocierismo in tempi di magra si rivelano preziosi polmoni di riserva per l’economia della città e del territorio.