Ratifica della Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne

ISTAMBUL1MARCO FILIPPI
Grazie Presidente, Rappresentanti del Governo, Onorevoli Colleghi,
Ritengo di non esagerare nel dire che sono molto felice di intervenire per portare il mio modesto contributo  per la ratifica della Convenzione di Istambul. Felice perché é uno dei primi provvedimenti di questa legislatura e quindi destinato comunque a caratterizzarla. Felice perché avviene in un Parlamento particolarmente rinnovato nelle presenze e in cui il segno più distintivo e mi auguro anche più duraturo di questo rinnovamento è costituito proprio dalla significativa presenza di neo elette. Felice perché considero inderogabile che questa battaglia non resti solo confinata tra le giuste rivendicazioni delle donne, ma possa  vedere accanto a loro tutti gli uomini possibili,  a partire soprattutto  da quelli che sono  impegnati nelle istituzioni è che le rappresentano. Siamo rimasti indifferenti, troppo a lungo…
Dal ratto delle Sabine in poi,  abbiamo lasciato che la violenza contro le donne diventasse un vero e proprio massacro! Con il brutto termine di “Femminicidio” siamo oggi usi  appellare quello strazio praticamente quotidiano che arma la mano degli uomini contro le proprie compagne. Le istituzioni non hanno ancora risposto adeguatamente, ecco perché probabilmente il massacro non si ferma. …continua