In visita all’Accademia Navale di Livorno

an1_1254Oggi ho avuto l’occasione e l’onore di poter visitare, accompagnato dall’Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, un livornese, Comandante della Accademia Navale di Livorno, il luogo che da ben più di un secolo forma quelli che poi saranno gli ufficiali della nostra Marina Militare. Un compito sempre più delicato vista l’importanza che rivestono oramai le nostre forze armate, ed in particolare la Marina Militare, nel garantire una capacità di reazione e controllo dei nostri mari e delle zone dove le nostre forze armate sono chiamate a compiere missioni per garantire la pace a livello internazionale. Come pure importante è stato l’impiego nel salvare tante vite nel mare Mediterraneo con la missione Mare Nostro. Passando in rassegna luoghi e ausili di studio degli allievi, impreziositi nella cornice del complesso  edilizio dell’Accademia Navale, ho potuto constatare, una volta  di più, come la formazione che gli allievi ricevono costantemente negli anni, basata su  processi di selezione e su un’accurata educazione e disciplina, sia capace di fondere valori e saperi legati alla tradizione, con metodologie e conoscenze avanzatissime. capaci di mantenere la nostra Marina Militare al massimo livello tra le forze omologhe a livello internazionale. an1_1240Di straordinario valore e non sempre nota all’opinione pubblica, è l’attività di formazione che a partire dal  secondo dopo guerra,  ogni anno si perpetua, nei confronti di allievi stranieri, con un’attenzione significativa ai paesi rivieraschi del Mar Mediterraneo. Come mi spiegava lo stesso Ammiraglio, questa attività è da ritenersi il miglior investimento per il nostro Paese in una prospettiva di collaborazione e di pace negli scenari internazionali. Allievi che diverrano comandanti e ammiragli e che come ha avuto modo di constatare lui personalmente, rimangono sempre legati, anche affettivamente, ad un luogo  per loro significativo della propria formazione. Per concludere sono particolarmente felice di aver fatto questa visita non solo da parlamentare, sempre attento alle esigenze di strutture così importanti, ma anche da livornese. Non sempre le strutture militari sono ben integrate nel territorio dove vengono insediate. L’Accademia invece è sicuramente una delle istituzioni a cui i livornesi sono più legati e gli allievi sanno che Livorno, almeno per qualche anno, sarà veramente la loro casa. Un rapporto che sono felice di rinnovare e che spero di contribuire a rendere sempre più forte.

an1_1252an1_1244an1_1222