La giustizia sportiva interviene: adesso coerenza

filippivototelecomRESOCONTO STENOGRAFICO FILIPPI (PD). Domando di parlare. PRESIDENTE. Ne ha facoltà. FILIPPI (PD). Signor Presidente, il calcio per gli italiani (e forse non solo per loro) è lo sport più bello del mondo, per i giovani di certo. Per loro è il mondo del successo e dell’affermazione, ma anche il contesto in cui spesso vengono proiettate speranze e ansie ma talvolta anche rabbia, frustrazione e disperazione. Lo si voglia o meno, il calcio e la giustizia sportiva assumono talvolta una rilevanza che travalica i confini della cronaca sportiva e finiscono per diventare occasione di contestazioni e scontri tra tifoserie che spesso vedono coinvolte anche le forze dell’ordine.
…leggi tutto l’intervento
… guarda L’interrogazione

AAMPS: FILIPPI (PD) Ministeri verifichino comportamento del Comune di Livorno

Il sen. Marco Filippi ha presentato un’interrogazione urgente al Ministro dell’Interno, a quello dell’Ambiente ed a quello del Lavoro sulla situazione dell’azienda di igiene urbana di Livorno AAMPS. Il senatore del PD ha chiesto di sapere se possa essere legittima la richiesta di un concordato preventivo in continuità da parte dell’amministrazione comunale per la propria azienda di igiene urbana. Quali atti e azioni sono stati messi in atto dal CdA dell’azienda e quali atti di indirizzo sono stati dati dalla proprietà per porre in essere un piano di rientro dalla rilevante esposizione debitoria. Se il Comune abbia trasferito tutte le risorse dovute o se, invece, non si possa configurare un deliberato comportamento finalizzato ad accentuare la situazione di esposizione debitoria. Secondo il sen. Filippi i ripetuti annunci da parte del sindaco Nogarin di ricorso al concordato, e il continuo turn over del management potrebbero aver contribuito a favorire lo stato fallimentare dell’azienda. Anche per questo nell’interrogazione si richiede se queste decisioninon comportino un duplice danno a cui vengono sottoposti i lavoratori dipendenti dell’azienda e soprattutto quelli che per l’azienda lavorano nei servizi esternalizzati. Tutto questo, continua Filippi, mette in palese contraddizione la volontà espressa dall’amministrazione di procedere alla richiesta di un concordato preventivo in continuità e contestualmente assumere direttamente, senza bando di concorso ne altra procedura di evidenza pubblica, i lavoratori precari della cooperativa che effettua il servizio di spazzamento. I Ministeri, prosegue l’interrogazione, devono verificare se sia lecito un comportamento che tende di fatto a scaricare sui fornitori pregressi e attuali il costo della crisi,  determinando in molti casi licenziamento di altri addetti. Filippi chiede infine che i ministeri esercitino i  propri poteri di vigilanza e sorveglianza nei confronti delle pubblica amministrazione, e procedano ad una indagine ispettiva per accertare il corretto e lecito comportamento dell’amministrazione comunale o se in esso non sia rinvenibile un deliberato atteggiamento finalizzato ad un esito fallimentare dell’azienda di igiene urbana.
… leggi l’interrogazione

Moby Prince, Filippi: Atto dovuto a vittime e familiari

MOBY PRINCE“L’avvio dei lavori della Commissione d’inchiesta del Senato sul disastro della Moby Prince è un momento importante per la ricerca della verità, anche perchè arriva alla fine di un percorso parlamentare unitario. Lo stesso spirito che mi aspetto di ritrovare durante i lavori”. Lo dice Marco Filippi, capogruppo Pd in commissione Lavori pubblici e membro della Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause del disastro del traghetto Moby Prince. “La ricostruzione puntuale delle diverse fasi della tragedia – prosegue Filippi – della sequenza dei soccorsi, di come si sono sviluppate le indagini fin dai primi momenti, dovrà svolgersi senza partire da tesi precostituite e cercare di giungere ad un risultato chiaro. Lo dobbiamo alle tante vittime ed ai loro familiari che in questi anni non hanno mai smesso di battersi per scacciare le tante ombre che ancora avvolgono quella tragedia”, conclude il senatore PD.

Moby Prince: Ok Senato a commissione monocamerale inchiesta

MOBY PRINCE(ANSA) – ROMA, 22 LUG – Il Senato approva all’unanimità con 228 sì l’istituzione di una Commissione monocamerale d’inchiesta sulla tragedia del Moby Prince. Il relatore, il senatore del Pd Marco Filippi ha ricordato il disastro accaduto il 10 aprile 1991 nel porto di Livorno, dove, a seguito della collisione tra il traghetto passeggeri Moby Prince e una petroliera, 140 persone morirono arse vive “in attesa di soccorsi mai arrivati”. “La magistratura non ha accertato responsabilità in una vicenda su cui gravano molte ombre” ha detto Filippi.(ANSA).
Moby Prince: Filippi(Pd)commissione necessaria per giustizia  
(ANSA) – ROMA, 22 LUG – “Sono passati più di 24 anni da quella sera del 10 Aprile 1991, in cui 140 persone, a bordo del traghetto Moby Prince persero la vita, uomini donne bambini, lentamente arsi vivi in attesa di soccorsi mai arrivati. Le vicende giudiziarie che ne sono conseguite, non hanno accertato responsabilità, per questo è necessario provare a rileggere tutto con una specifica Commissione d’inchiesta”. Lo ha detto il senatore del Pd Marco Filippi intervenendo in aula per la relazione sull’istituzione di una Commissione di inchiesta sulla tragedia del traghetto Moby Prince. “Ogni anno i familiari delle vittime, invocano e implorano le istituzioni per ottenere due semplici cose: verità e giustizia – ha sottolineato Filippi – Tutto perché quella strage è rimasta impunita anche perché, mentre le famiglie si dilaniavano dal dolore c’era chi modificava lo stato dei luoghi, c’era chi manometteva sabotava e ometteva, in un corpo del reato sotto la stretta tutela dell’autorità giudiziaria”. “Per questo serve una Commissione che ribadisca il diritto di un paese a conoscere la Verità sugli eventi, un lavoro che non si fermi di fronte ai muri di gomma, ma sfondi quella cortina di omertà e di silenzi che hanno caratterizzato la vicenda per accertare la verità storica, per indicare responsabili e responsabilità, ma soprattutto per porre i necessari rimedi affinché tragedie come questa non abbiano a ripetersi” ha concluso l’esponente del Pd.(ANSA). …leggi l’intervento in aula

Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul disastro della nave Moby Prince

filippi int moby22lug15resoconto del 22 luglio 2015
PRESIDENTE
. Ha facoltà di parlare il relatore, senatore FILIPPI. FILIPPI. Grazie Presidente, Onorevoli colleghi, Governo, Sono passati più di  24 anni da quella sera del 10 Aprile 1991, in cui 140 persone, a bordo del traghetto Moby Prince persero la vita, uomini donne bambini, lentamente arsi vivi in attesa di soccorsi mai arrivati… Nell’immaginario collettivo, nella memoria storica di questo paese, questa vicenda, questa tragedia, questa strage impunita come la definiscono i familiari delle vittime, sembra non essere mai accaduta.  Alla ribalta della cronaca al momento dell’evento, poi quasi più niente, solo il dolore dei congiunti e delle istituzioni, enti locali e qualche regione, sostanzialmente inermi… Ogni anno Livorno, la mia città, alla ricorrenza dell’evento, assiste alla rabbia crescente di genitori che si corrodono pensando di essere sopravvissuti ai figli, ai figli cresciuti senza un genitore, alle mogli rimaste vedove con una famiglia da portare avanti. Sono loro le ulteriori vittime di una vicenda dolorosa aggravata da omissioni, manomissioni e depistaggi. Sono passati 24 anni, e ad ogni anno i familiari delle Vittime, invocano e implorano le istituzioni per ottenere due semplici cose:  Verità e giustizia! …leggi tutto l’intervento

Salpa la nuova Livorno

Dal 16 al 28 luglio al Modigliani Forum di Livorno si svolgerà la Festa Nazionale de l’Unità su Porti, trasporti e infrastrutture. Ogni giorno dibattiti, spettacoli e buona cucina!

Vi aspettiamo!

MANIFESTO-DEFINITIVO-FESTA-2015DOMENICA 19 LUGLIO
Ore 19:00 – 20:30: “Moby Prince, per non dimenticare mai”. Partecipano: Loris Rispoli, Marco Filippi, Lorenzo Bacci – modera l’incontro il Consigliere Regionale Francesco Gazzetti
Ore 21:15: “Trasporto pubblico locale: tra criticità attuali e soluzioni future. Esperienze a confronto” intervengono: Pres. AASTRA MASSIMO RONCUCCI, Assessore Comune di Milano GIAMPAOLO MARAN, Segretario generale UIL Trasporti CLAUDIO TARLAZZI, Assessore Comune di Roma Guido Improta. Modera il dibattito il senatore Daniele Gaetano Borioli Commissione lavori Pubblici del Senato

LUNEDI’ 20 LUGLIO
Ore 19:30 -21:00: “La riforma del codice degli appalti e il recepimento delle direttive comunitarie”
intervengono: Vicepresidente Commissione Lavori Pubblici Senato Sen. STEFANO ESPOSITO, Capogruppo PD Commissione Lavori Pubblici Camera On RAFFAELLA MARIANI, Resp. Lavori pubblici e Casa Partito Democratico On. CHIARA BRAGA.
Modera il dibattito il senatore Marco Filippi.
... GUARDA IL PROGRAMMA DELLA FESTA

Diamoci del Noi: quarto appuntamento

30.10.14Agricoltura: Le risposte alle ansie della società postmoderna”, Giovedì 30 ottobre ore 17 Sala conferenze Legacoop (Porta a Terra) - LI.
Proseguono gli incontri del ciclo “Livorno ripensa se stessa” si discuterà di Agricoltura: dall’agricoltura sociale, agli orti urbani, dall’agricoltura bio dinamica a quella a chilometro zero, le diverse forme che si propongono di riavvicinare stili di vita e modelli di economia ad uno sviluppo più rispettoso e armonico con la natura; insieme a CINZIA PAGNI, SUSANNA  CENNI, EDI PALLESI, ENRICA TALA’.
30 ottobre ” Agricoltura” …leggi il programma

Diamoci del Noi, terzo appuntamento: La portualità a confronto

tirreno 22ott14Giovedì 23 ottobre alle ore 17 presso il salone Ferretti della Fortezza Vecchia di Livorno si discuterà su temi di stringenti attualità come l’integrazione tra gli scali portuali e la logistica… In attesa della riforma la portualità livornese si confronta e lo fa con il contributo di tre personaggi di assoluta autorevolezza su tre temi di stringente attualità. L’integrazione tra gli scali portuali e la logistica, ovvero la riforma 2.0 della Portualità. Gli strumenti della pianificazione portuale: PRP, varianti e dragaggi. Lo sviluppo dei traffici nei nuovi mercati del Mediterraneo. L’occasione si propone di essere soprattutto un momento di dialogo con i principali operatori portuali per tracciare i possibili scenari di sviluppo degli scali di Livorno e Piombino, al fine di una loro possibile e auspicata armonica integrazione.

23 ottobre “La portualità a confronto” …leggi il programma
leggi anche l’intervista al Messaggero Marittimo sulla riforma portuale.

Diamoci del Noi: secondo appuntamento

“Sharing economy” 17 ottobre Teatro C, ore 17. Per l’occasione sarà prevista una diretta video su www.pdlivorno.it, pensata per poter agire in maniera interattiva anche con chi non potrà essere presente all’evento. Il riferimento è l’hashtag #ricordiamocidelfuturo, i profili twitter @pdlivorno e @marcofilippi_li
tirreno 16.10.14

La crisi economica rende sempre meno sostenibili modelli economici che fino ad oggi nel nostro paese hanno valorizzato intermediazione, rendita e conservazione di monopoli. Grazie alla diffusione della rete digitale, è possibile di ridurre i costi di transazione e ridurre la separazione tra produttori e consumatori di servizi e di prodotti. È possibile liberare beni e investimenti sottoutilizzati, creando nuova occupazione, personalizzando e agevolando l’incontro tra domanda e offerta nella nuova dimensione dei mercati digitali. Ne parliamo con alcune delle principali realtà che si stanno affermando nelle realtà metropolitane e che stanno puntando allo “sbarco” anche nelle città di medie dimensioni. “Sharing economy” …leggi il programma